Breve storia dell’uomo.

Ho freddo, disse l’uomo rivolgendosi a dio. E dio gli diede una coperta. Ho ancora un po’ di freddo, disse l’uomo. E vorrei la luce anche di notte. Così iniziò a tagliare gli alberi dell’unico bosco che c’era sulla terra, e a fare un fuoco ogni notte. Poi finirono gli alberi, la fotosintesi, l’uomo consumò tutto l’ossigeno e morì.
Fine


L’uomo ragiona in piccolo, partendo da sé, e finendo con sé. 

Del resto, degli altri, chi se ne fotte

accalloNation
Sono uno che si dimentica tutto.
uno che si è dimenticato cosa significa andare dal parrucchiere.
Sono uno che ride da solo.
Sono uno che non piange da solo.
Sono uno che odia le cose preconfezionate.
Sono uno a cui piace smontare le cose.
Sono uno a cui piace anche rimontarle, le cose.
Sono uno a cui non piacciono i dolci, ma la panna montata sì.
Sono un montato, come la panna, ma ho superato i 32 anni, quindi sono rancido.
Sono uno che non si entusiasma mai, oppure che si entusiasma troppo.
Sono uno a cui piace conoscere la gente rotta.
Sono uno che si rompe in fretta della gente che non ha dubbi.
Sono uno a cui piace il silenzio senza gli imbarazzi del silenzio.
Sono uno a cui piace ascoltare il fondo del mare.
Sono uno a cui piace guardare il fondo del bicchiere.
Sono uno a cui piace toccare il fondo.
Risalire, anche risalire mi piace, ma per arrivare alla cima ci sono molte strade, e io sono ancora fermo all’incrocio.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: